• .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .


napoli

Jack Di Luca feat. Kingjean – Tutt’ a porn

A Big Zizz

A Big Zizz

Dalle menti perverse dell’Accardo’s Circus, nasce la colonna sonora degli you porner del mondo.

Capo-Fonico: Gianluca De Vita
Fonico di presa diretta: Gianluca Carbone (Blu-Apple)
Fonici di studio: Carmine Esposito, Antonio Tagliamonte
Testi: Peppe Accardo & More

Lo juventino Pio di Lino D’Angiò.

JUVENTINO PIO!!!

Juventino Pio

Lino D’Angiò

Parodia diventente dell’attore napoletano Lino D’Angiò che, sulle note del celebre pulcino Pio, ripercorre la sconfitta del Napoli contro la Juventus, giocata domenica scorsa.

Nel brano, che sta spopolando, D’angiò canta:

“In area c’è uno juventino, o juventino pijalo, o juventino pijalo”

E ancora: “In area c’è anche Maggio, e Maggio fa coccòs, ma o juventino pijalo, o juventino pijalo”

E continua: “In area c’è Zuniga, ma More

Zio Peppe Sorrentino stronca l’esibizione canora di Don Luigi.

Zio Peppe Sorrentino stronca l’esibizione canora di Don Luigi.Quella che vi presentiamo è una rarità assolutamente esclusiva. L’anno non è importante, basti sapere che all’epoca imperavano le radio locali, non esistevano i telefonini, i computer erano davvero per pochi eletti che lavoravano in assembler. Queste radio erano piene di personaggi strani che negli anni sarebbero diventati veri e propri Cult su intenet. Siamo a Radio Jolly, stazione locale napoletana, Don Pasquale Del Giudice, co-conduttore insieme a Zio Peppe Sorrentino della trasmissione, annuncia l’esibizione di Don Luigi, cantante napoletano alle prime armi con la voce da topo. La canzone è dedicata alla signora Rosaria dal Vomero, Don Luigi canterà Na SeraE Maggio. Tutto pare filare liscio, comica e stonata la performance canora di Don Luigi, al termine però Zio Peppe lo stronca.

Eccovi i dialoghi di questa esclusiva rarità internettiana:

Zio Peppe: “Ma chi

More

Juventus-Napoli 0-2, sintesi: GLI AZZURRI VINCONO LA COPPA ITALIA!!!

Il Napoli si aggiudica la finale di Coppa Italia battendo la Juventus con il punteggio di 0-2. Il primo tempo è stato quasi esclusivamente di marca azzurra, con i bianconeri che hanno badato soprattutto a difendersi. La mancanza di lucidità sotto porta però non ha permesso agli uomini di Mazzarri  di portarsi in vantaggio. Nella ripresa, dopo vari tentativi, è Cavani a sbloccare il punteggio su un calcio di rigore procurato da Lavezzi al 61esimo minuto. La Juventus reagisce e va ad un passo dal pareggio con Pepe, ma è bravo e fortunato De Sanctis a salvare di piede. Quando sembrava ormai una partita destinata alla sofferenza fino alla fine, è arrivato il contropiede azzurro con Inler, il quale serve deliziosamente Pandev che lancia Hamsik a tu per tu con Storari: lo slovacco non sbaglia ed il Napoli raddoppia! Non bastano cinque minuti di recupero ai bianconeri, IL NAPOLI VINCE LA COPPA ITALIA! LA CITTA’ PARTENOPEA E’ IN DELIRIO!!!

SSC-NAPOLI.COM 

Lello il sensitivo, sedicente mago in Napoli, aveva già previsto la disfatta della Lega!

Dopo aver dato addosso alla Lega, Lello il sensitivo racconta una barzelletta sui lumbard, ecco la traduzione del testo perchè in parte in dialetto napoletano:
“ci sta Umberto Bossi su di un palco che sta facendo un comizio a Napoli, ci sta un ragazzo da sotto che gli urla contro dicendo: – BOSSI IO CON UN EURO TI COMPRO PRIMA A TE E POI TUTTA LA LEGA!!! -, Bossi sul palco comincia a torcere nello stomaco, al che il ragazzo ripete: – BOSSI IO CON UN EURO TI COMPRO PRIMA A TE E POI TUTTA LA LEGA!!! -, a quel punto Bossi ne ha abbastanza e chiama le forze dell’ordine, i carabinieri fanno allontanare il ragazzo e poi chiamano il papà: – guardate vostro figlio, poi l’onorevole stava sopra al palco – il papà: – mo ci penso io, ma perchè che ha fatto? – e il carabiniere ripete le parole del figlio – IO CON UN EURO TI COMPRO PRIMA A TE E POI TUTTA LA LEGA! – a quel punto il padre guarda il ragazzo e PUAAA! gli da uno schiaffone e gli dice: – ti ho detto centomila  volte che con i soldi che ti dò non ti devi comprare monnezza!!! – e Lello chiosa: av raggion!”

Crisi greca: Antistene e Aristippo trovano lavoro, nientedimeno che per Socrate.

Due attori, Saverio Pezzullo e Salvatore Coppola, pur di sbarcare il lunario fanno le comparse nel ruolo di salme nell’obitorio, vengono avvicinati da una signora, tale Sanfilippo, che in cambio di un compenso gli chiede di recitare le parti di due antichi greci alla corte di Socrate, Antistene e Aristippo suoi discepoli, il tutto per compiacere il marito pazzo che è convinto di essere il filosofo greco. Ma un…

Milano: faccia da culo colpisce ancora.

Un pericoloso criminale si aggira minaccioso nelle nebbiose notti milanesi. A bordo di una golf, 4 amici pirla, dopo una nottata di bagordi, stanno per fare la goliardata finale, uno dei quattro si trasforma in faccia da culo, si traveste e prendono di solito di mira le vecchiette indifese… Pare che siano 4 spietati interisti!!!

Ci basta che stasera il Napoli rifili tre polpette all’Inter e vendicheremo le vecchiette!

Diego Armando Maradona: il calciatore più grande di tutti i tempi.

L’uomo Maradona non c’interessa, il calciatore era un dio, faceva sognare i fans della squadra in cui giocava, sono felice di aver avuto la possibilità di seguirlo allo stadio San Paolo e di aver ammirato le sue magie, i campionissimi di oggi, di fronte a questo dio, seppur con la d minuscola, sono nulla.

Tratto da www.napolicalcio.net

Morto Ben Gazzara, fu ‘il camorrista’ di Tornatore, aveva 81 anni.

Ci lascia a 81 anni Ben Gazzara, indimenticato interprete de “il camorrista” nel ruolo del Professore ‘e Vesuviano, la sua recitazione nel film, dipinse il boss della camorra quasi come un’eroe, ancora oggi sono celebri le sue frasi.
Ci uniamo al cordoglio del mondo del cinema per la morte dell’attore.

Naufragio Costa Concordia – I video con le telefonate intercorse tra il comandante Schettino e il capitano De Falco

In una notte di terrore e di morte, i destini di due uomini si incrociano, il comandante Schettino di Meta di Sorrento (NA) e il Capitano Gregorio De Falco di Napoli, qui possiamo vedere la differenza che corre tra napoletani e Napoletani, sono quelli come Schettino che ci fanno vergognare, mentre gli uomini come il Capitano De Falco di fanno gonfiare il petto d’orgoglio, l’orgoglio di essere napoletano e allo stesso tempo ligio al dovere.



Load More