• .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .


EVA ORLOWSKY

Videonoia: a corto di idee…

Dopo i tanti scoop degli ultimi giorni oggi siamo davvero senza idee, quindi vi proponiamo un video esclusivo, irr… ripetibile. Vi consigliamo davvero di non guardarlo, siamo veramente arrabbiati per aver messo un’obbrobbio simile e spacciarlo per qualcosa di… in effetti non è davvero nulla… non guardatelo. Pur di evitare qualche video stupido, trito e ritrito, preferiamo proporvi “videonoia”, il titolo da solo vale qualcosa.

Ebbene si, il monaco rattuso esiste: un prete a luci rosse palpeggiava spudoratamente le sue parrocchiane.

Palpeggiamenti, era questa la ricetta usata da un prete per guarire da tutti i mali, quando gli viene chiesto cosa rappresenta quella mano che tasta parti intime, lui risponde: è Gesù. Quantomeno blasfemo nelle sue affermazioni. Poi la curia ha trasferito il prete rattuso in un monastero, gli uomini ma soprattutto le donne, del paesello dove operava, sono insorte per la decisione, evidentemente Don Salvatore aveva delle qualità nascoste. Per la serie “u monaco rattuso”.