• .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .
  • .


berlusconi

L’Italia nominata all’estero fa ridere anche i bambini.

Vi ricordate, all’epoca di Berlusconi l’Italia faceva ridere i polli e piangere i bambini, ma soprattutto le bambine. Brrr, non ci voglio ripensare!!! Una cosa è certa qualche passo avanti lo abbiamo fatto, almeno adesso le bambine se la ridono di gusto sentendo nominare l’Italia.

SCIOPERO GENERALE: Venerdì 27 gennaio, contro il governo delle banche.

 

Contro il governo delle banche, i diktat dell’Unione Europea, il carovita, l’attacco al lavoro, ai salari e alle pensioni e per la salute e la sicurezza sul lavoro.

Perché una società non può basarsi solo sull’arricchimento indiscriminato senza regole etiche e morali che garantiscano l’esistenza di una vera civiltà. E’ ora di cambiare e interrompere la corsa verso il baratro.

Difendiamoci!

Il ricottaro innamorato

Certo che già nel 1984 gli Squallor parlavano di un ricottaro innamorato, fu precognizione? Avevano le predisposizioni? Tutto ciò fa venire in mente una storia recente, solo che nella parte del ricottaro c’era un noto politico, ah non sapete cos’è un ricottaro? Non conoscete il napoletano? E’ forse quello che produce la ricotta? Ma no…

Se volete saperlo guardate il video e ascoltate…

Michel Teloò – Ai se eu te pego’

Il tormentone del brasiliano Michel Teloò è diventato un successo, il titolo è – Ai se eu te pego – tradotto in italiano – se ti prendo -, ideale per chi ha voglia di musica per ballare.
E pensare che quando ho letto il titolo – Ai se eu te pego – l’avevo tradotto – Ahia se ti pago – … Silvio esci da questo corpo!!! 😆

La sexy danza di Nicole Minetti.

Eccovi un altro reperto che, con tutta probabilità, sarebbe presto sparito da YouTube, disponibile anche l’Embed. Nicole Minetti, si esibisce in una danza parecchio sexy, prove generali di Bunga Bunga? Buona visione. 😆

Squallor – USA for Italy

Vista la manovra economica avremmo davvero bisogno di un USA for Italy, un intervento in moneta sonante (meglio se di carta) proveniente dalla parte più danarosa del mondo, chiaramente a fondo perduto, in cambio gli cantiamo una canzone: “mandaci i danari…”

Load More